ET andrà in Sardegna

0
6

Allo scopo di realizzare un osservatorio di onde gravitazionali di terza generazione, l’Einstein Telescope (ET), in grado di osservare i processi cosmici con sensibilità mai raggiunte finora, un team multidisciplinare, guidato da ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e dell’Università degli Studi di Sassari, ha condotto uno studio sulla miniera metallifera ormai dismessa di Sos Enattos in Sardegna, grazie al supporto dell’Igea S.p.A., società che ora la gestisce. Sos Enattos, che si trova immerso in un paesaggio di rara bellezza nella provincia di Nuoro a breve distanza dal Monte Albo, dichiarato dall’Unione europea «sito di interesse comunitario» (Sic), è, infatti, il sito italiano candidato ad ospitare il nuovo osservatorio.

L’articolo completo su www.vglobale.it