Carcinoma mammario, il punto sui test genomici in Sardegna

0
17
foto: depositphotos

Importanti novità per le pazienti sarde con diagnosi di tumore al seno (si calcola che nell’isola siano circa 1.300 le donne operate, ogni anno, di carcinoma mammario): i relativi test genomici saranno, infatti, disponibili gratuitamente. Lo ha annunciato, nei giorni scorsi, l’assessore regionale alla Sanità, Mario Nieddu, subito l’approvazione, in giunta, della delibera n. 36/50 del 31.08.2021 che stabilisce i “requisiti per l’accesso ai test multigenici per il carcinoma mammario ormonoresponsivo e le modalità organizzative per la prescrizione, l’esecuzione, l’utilizzo, le verifiche e i controlli”.   Il ministero della Salute ha assegnato alla Sardegna 485.709 euro per l’acquisto dei test, sulla base di una stima di 243 test attesi. “Per accedere alle risorse statali della prima annualità dedicate a questo scopo, seguendo le indicazioni ministeriali, abbiamo dunque provveduto ad individuare i criteri organizzativi per la prescrizione e l’esecuzione dei test all’interno del nostro sistema sanitario regionale” ha spiegato l’esponente del governo regionale isolano.

La delibera regionale